Torna alla home
<< Prec :: Succ >>

Toc toc, assicurazione ci sei?

1.12.2017 Quando l'Assicurazione rende difficile anche il contatto con il liquidatore




L'assicurazione, si sa, trova la sua principale ragione di essere nel momento in cui ci capita un incidente. E' in questo caso che abbiamo necessità di poter parlare con chi si sta occupando del "nostro" sinistro e cioè il "liquidatore". La parola stessa lo dice, è colui che è incaricato dalla Compagnia di assicurazione di assumere informazioni sui danni che abbiamo subito (veicolo o lesioni alla persona), di valutarne il corrispettivo economico e quindi di liquidarli.

Da qui si capisce come sia assolutamente necessario poter avere, per l'assicurato e danneggiato, un facile contatto con questo soggetto per capire come sta procedendo la pratica e se siano stati correttamente presi in considerazione tutti i vari danni da risarcire. Ma è sempre al momento del "bisogno" che arrivano spesso amare sorprese. E si, perché molte Compagnie di assicurazione stanno rivedendo le modalità per poter colloquiare con il liquidatore e non certamente in senso facilitativo .

Prima c'era a disposizione degli assicurati/ danneggiati o del patrocinatore che li assisteva, un numero di telefono diretto oppure un call center che ti passava il liquidatore. Certo a volte i tempi di attesa erano un po' lunghi, ma alla fine chi aveva tempo e pazienza riusciva a parlarci. Adesso molte Compagnie non permettono più questo colloquio diretto e non forniscono alcun recapito telefonico e alla richiesta di contatto, l'assicurato/danneggiato si sente rispondere che può soltanto fare una segnalazione e verrà ricontattato entro le 48 ore. Purtroppo in molti casi questo non accade ed è necessario fare più segnalazioni, attendendo che prima o dopo questo contatto avvenga, quasi si trattasse più di una concessione che di un diritto.

Purtroppo né il danneggiato, né il patrocinatore possono passare i loro giorni a casa o in Studio, dove hanno i documenti necessari per poter discutere la pratica, aspettando la tanto attesa telefonata. E infatti quando questa avviene diventa spesso inutile, perché chi vorrebbe discutere, dati alla mano, alcuni aspetti della dinamica del sinistro o delle varie voci di dannio, si trova magari in auto, al lavoro o in qualsiasi altro posto dove questi"dati" non li ha sottomano.

La logica di tutto questo? Difficile da capire, ma sorge legittimamente il dubbio che si tratti di un ennesimo tentativo delle Compagnie di rendere ancora più difficoltoso il rapporto con l'assicurato/danneggiato e aumentare ancora di più lo squilibrio di "potere" tra quest'ultimo e l'Assicurazione.

Su tutto questo è presumibile che anche le varie Associazioni di Consumatori possano avere qualcosa da dire perché la necessità di avere un contatto semplice e diretto con l'Assicurazione, soprattutto al momento del risarcimento, è un diritto del consumatore e come tale non dovrebbe essere ulteriormente gravato di difficoltà non necessarie.

Diego Meneghetti - Patrocinatore stragiudiziale professionista



<< Prec :: Succ >>


Tutela Risarcimenti.it
by BRM SERVIZI S.r.l.s.

Piazzetta Giovanni Cotta, 5/A
37045 LEGNAGO (VR)
PIVA. 04391840230
Tel. 0442 320 881
N.Verde: 800 800 995
Fax. 0442 325 826
Email. info@tutelarisarcimenti.it

Cookie Policy
Questo sito è un prodotto Software Point